Affamati delle nevi

Dopo tanto attendere finalmente sull’Italia il gelo è arrivato. Il percorso scelto è formato da una serie di strade sterrate di medio livello che si inerpicano attravesando i monti fra Lucca e Pisa.

Per sancire l’inizio dell’inverno motociclistico, quello a zero gradi, i motociclisti affamati si sono dati appuntamento per una giornata che è stata a volte fangosa:

1908171_392512007588742_898763270442141104_n

E a volte nevosa, molto nevosa soprattutto nella parte alta in direzione Santallago sul Serra.

10984690_789476821088464_1942307967_n

Finalmente gli istruttori dell’ affamato academy(lezione sopravvivenza) hanno gioito quando la situazione è passata dal fango alto, alle rocce, al tutto, per finire su neve e ghiaccio, dove ovviamente un paio di K60 Scout non bastano e nemmeno le Karoo 3. In barba dei duetempi che andavano su come grilli sbeffeggiandoci ma aiutandoci nella spinta, ci siamo fatti forza e abbiamo riportato le moto dove potevano perlomeno avanzare. Ovviamente la perfezione non esiste e qualcuno ha dovuto cedere alla forza di gravità e al destino appoggiando delicatamente la propria moto su un comodo letto di neve fresca per evitare ernie o spalle lussate nel cortile di casa.

541634_563446990425032_5655866242994058460_n

La vetta è stata raggiunta, un ottimo parco di allenamento per un viaggio in Mongolia.  Devo sottolineare la presenza di un nuovo affamato con una moto insolita, portata però dove vanno i gs e le ktm… non dove vanno le AT, cioè a letto a dormire il sabato mattina. Questa è la moto, una Buell Ulisses 1200XT.

A seguire una folta gallery.

Saluti affamati

Please follow and like us:
0