A spasso con Ambro del Litorale Toscano

Eccoci, siamo noi i motociclisti affamati.

A cosa servono internet, il sito, i forum, facebook e compagnia bella? A condividere informazioni, conoscere persone che hanno i tuoi stessi interessi e così accrescere la tua conoscenza e esperienza in quel campo. Questa volta siamo stati invitati a partecipare ad un giro su strade bianche dall’amico Ambro del gruppo de Il Litorale Toscano, famoso per i suoi giri, la sua simpatia, per le sue mangiate e bevute.

Siamo partiti alla volta di Livorno per il primo ritrovo con il capo, l’organizzatore, il mentore, il viaggiatore: il mitico Ambro. Da lì ci siamo diretti verso Santa Luce dove lo sterrato comincia e si alterna anche fra belle curve d’asfalto che non hanno mancato dal darci la loro scarica d’adrenalina. Il gruppo era composto da moto stellari: due KTM 1190 R nuove di pacca, bellissime. Un KTM 990, due BMW R1200GS e per finire i due cancelli R1150GS.

ambro3

Le strade affrontate sono strade bianche anche se qualcuno, in quanto “bianche”, le ha scambiate per piste da sci con la sua motoslitta KTM. Qualcun’altro invece si era dimenticato che non era asfalto ed ha assaporato il gusto della “ghiaina” ma comunque in generale su questi percorsi, puoi gustarti una guida leggera, dando spesso un’occhiata al bellissimo panorama toscano.

ktmsimo

Il percorso scorre costante sotto la guida di Ambro e io finalmente mi godo la strada portando a spasso la moto. Facciamo sosta alle pale eoliche dove il fondo è davvero fantastico per le moto come le nostre e per chi non ha voglia di “patì troppo”, duro il giusto, scivoloso il giusto, umido e liscio come l’olio.

ambrobmw

Ovviamente essendo noi I motociclisti affamati, abbiamo fame e nei pressi di Volterra un “porchettaro” ci ha levato subito dalle buche. Panini con la porchetta, salsiccia e altre pesate del genere ci hanno giusto tappato un buco ma comunque siamo riusciti ad andare avanti con mezzo serbatoio. Nel pomeriggio non abbiamo potuto pagare le famosa e temutissima bevuta a Castiglioncello ma ci rifaremo sicuramente.

Le righe si sono sciolte e noi ci siamo diretti a cercare di smaialare un pochino, dato che qualcuno smania dalla voglia di guadare il Gange in piena nella stagione dei monsoni. Un paio di strade senza sbocco, un giro inutile fra i campi e un controargine pieno di limo ci hanno fatto desistere almeno per oggi. Diretti verso Cecina , autostrada, casa, lavaggio, divano, cena.

Saluti affamati e saluti a Il litorale Toscano

Please follow and like us:
0